Storia Header

La storia dal 1317 al...

Con la sede dei Conti del Tirolo, Merano diventa capoluogo di provincia del Tirolo. Merano fu probabilmente dotata di mura a partire dal 1280 in seguito all'inglobamento dell'insediamento di 'Steinach' sotto il castello chiamato Torre delle Polveri. Le mura sono citate per la prima volta nello statuto della città rinnovato nel 1317. Secondo Franz-Heinz Hye, la straordinaria lunghezza di 800 m per il Tirolo è stata possibile solo con l'inclusione secondaria del rione "Steinach" e di un sobborgo situato a ovest. Fu Mainardo II a far costruire a metà del XIII secolo la via dei Portici per collegare Piazza Duomo alla Piazza del Grano. Ai tempi in cui Merano era capitale del Tirolo, i Portici erano il centro del commercio e dell'artigianato. Nel XIV secolo, con la costruzione della Via Galilei, la via dei Portici venne divisa in “Berglauben" e “Wasserlauben”.

1420

Il principe Federico IV (detto Tascavuota) trasferisce la residenza a Innsbruck. Per Merano inizia il declino, che sfocia nella povertà e nell'insignificanza.

1525

Michael Gaismair capeggia le rivolte contadine in tutto il Tirolo. Una masnada di 2000 contadini invase Merano e devasta il monastero delle Clarisse fondato nel 1309.

1617

L'Ordine dei Cappuccini fonda una sede nella via delle Corse e introduce le rappresentazioni della Passione.

1724

Viene fondato il Ginnasio dei Benedettini di Merano. A tal fine, il monastero acquisisce la residenza Lebenbrunn sulla via delle Corse.

1883 – 1886

Viene demolita la Porta d'Ultimo nell'odierna Piazza del teatro.

1874

Inaugurazione del primo Kurhaus a Merano

1914

Inaugurazione del nuovo Kurhaus.

1986

In occasione del 150° anniversario della “città termale”, viene fondato il südtirol festival merano meran.

1992

Ha luogo per la prima volta il Merano Wine Festival

Grazie per la Vostra donazione, serve a mantenere il sito aggiornato!

Conto corrente di solidarità: IT21U0811258591000303288048